<< Diploma all’Istituto Tecnico e per Geometri. Un anno di Università Bocconi. Il primo esame è quello di Economia. Vengo invitato a ripresentarmi. Dopo un’ora mi ricordo tutto. Sono troppo ignorante per proseguire gli studi. Mio zio Piero mi invita a partire con lui per Diano Gorleri in Liguria. Resto quattro mesi e comincio a disegnare. Quindi rientro e partenza per il militare. Scuola allievi Ufficiali a Foligno. Comincia il passaggio dalla "pirlaggine" alla vita quella che mi ha portato qui. Mio padre mi chiede di aiutarlo in ditta. Milamplex lavorazione di Plexiglass. Resto con lui circa quattro anni. Propongo a mio papà di proseguire con le mie idee. Volevo produrre poltrone, divani, tavoli, acquari, insomma quello che avrebbero fatto i designer all’avanguardia qualche anno dopo. Il no è secco. Cambio vita e frequentazioni. Lavoro in un’azienda in cui si trasformano le foto per farne materiale da pubblicare sulle riviste. Frequento quindi fotografi internazionali e Art Director. Tutte persone che amano il proprio lavoro e non hanno orari. Trascorrono ancora qualche sei anni e inizio una parabola che mi fa arrivare ad essere uno dei migliori laboratori in Italia. Arriviamo all’arrivo della tecnica per cui le foto non si fanno più con la pellicola. Investo il fatturato di un anno di lavoro e dopo tre anni cedo l’azienda al miglior gruppo Anglo Americano. Nel frattempo trovo il tempo delle distrazioni. Gioco a golf e viaggio dove c’è il mare. Nel frattempo la vita si evolve normalmente con moglie e figlio>>